L’ IDROELETTRICO NON FA MALE AI PESCI

VERO. La continuità del flusso idrico degli impianti idroelettrici è garantita dal rilascio del Deflusso Minimo Vitale, ovvero la quantità d’acqua fissata per legge che ha lo scopo di mantenere vitale il corso d’acqua, preservando la sua flora e la sua fauna. Ma è non l’unica misura: quando necessarie, sono realizzate speciali strutture come le “scale di risalita o rimonta”, che favoriscono la migrazione valle/monte dei pesci. Inoltre, nelle concessioni idroelettriche sono spesso individuati degli obblighi di ripopolamento ittico a cui gli operatori devono adempiere; per quanto riguarda infine il possibile ingresso di pesci nelle condotte forzate e nelle turbine, gli impianti sono dotati di dispositivi (luminosi, sonori, etc.) in grado di minimizzare tale rischio.

Approfondisci:
assoRinnovabili
Via Pergolesi, 27
20124 Milano
Via Ticino, 14
00198 Roma
info@assorinnovabili.it