IL RISCALDAMENTO GLOBALE NON ESISTE E COMUNQUE NON SAREBBE CAUSATO DALL’UOMO

FALSO. Il riscaldamento globale del clima è un fatto inequivocabile. L’IPCC, l’organismo dell’ONU formato dai migliori scienziati mondiali per studiare tale fenomeno, ha scritto che “è estremamente probabile che l'influenza umana”, attraverso le enormi emissioni in atmosfera di CO2, “sia stata la causa dominante del riscaldamento osservato sin dalla metà del XX secolo”. Secondo il report dell’IPCC, da fine ‘800 ad oggi la temperatura mondiale è cresciuta di 0,85 °C, con un ritmo di 0,12 °C per decennio negli ultimi cinquanta anni. Con questi ritmi sarà purtroppo impossibile contenere l’aumento della temperatura globale entro i 2 °C, il valore massimo indicato dagli scienziati dell’IPCC per evitare effetti disastrosi come lo scioglimento totale dei ghiacciai, l’innalzamento dei mari e il proliferare di fenomeni estremi come uragani, alluvioni e periodi siccitosi. Anche l’Italia ha subito negli ultimi anni un incremento dei disastri naturali, secondo il CNR, il 70% del territorio della Sicilia e più del 50% di Puglia, Basilicata e Molise sono a rischio desertificazione. L’Economist stima in circa 1.000 miliardi di dollari al 2055 e in circa 4.200 miliardi di dollari al 2100 le perdite finanziarie potenziali derivanti dal cambiamento climatico. Sostenere lo sviluppo delle fonti rinnovabili significa quindi contribuire a contenere le emissioni di CO2 e ad evitare ricadute negative disastrose sull’ambiente e sull’economia!

 

Approfondisci:

 

assoRinnovabili
Via Pergolesi, 27
20124 Milano
Via Ticino, 14
00198 Roma
info@assorinnovabili.it