VENDITA ENERGIA ELETTRICA

Quali sono le possibili modalità di valorizzazione dell’energia elettrica immessa in rete dal mio impianto fotovoltaico?

Ritiro dedicato

Principali riferimenti normativi

Delibera 280/07 e s.m.i.

Descrizione

E’ una modalità semplificata di vendita di energia elettrica immessa in rete al GSE che applica i prezzi zonali orari.

Gli impianti fotovoltaici di potenza nominale fino a 1 MW possono inoltre usufruire del “prezzo minimo garantito” pari a 39 €/MWh per i primi 1.500.000 kWh annui immessi in rete. Alla fine di ogni anno il GSE riconosce un conguaglio a favore degli impianti per i quali il ricavo associato ai prezzi orari zonali risulti più elevato di quello risultante dall’applicazione del prezzo minimo garantito.

Soggetti destinatari

Tutti gli impianti a fonti rinnovabili programmabili aventi potenza apparente nominale inferiore a 10 MVA e tutti gli impianti a fonti rinnovabili non programmabili di qualsiasi potenza nominale.

Attenzione

Gli impianti che accedono ai meccanismi di incentivazione previsti dai Decreti Interministeriali del 5 luglio 2012 (V Conto Energia) e del 6 luglio 2012 (incentivi per fonti rinnovabili diverse dal fotovoltaico) non possono accedere al Ritiro Dedicato.

Per approfondire

Delibera 280/07 e s.m.i.

Deliberazione 618/2013 e s.m.i.

Sezione “Ritiro Dedicato” del sito GSE

 

Scambio sul posto

Principali riferimenti normativi

Delibera 570/2012/R/efr e s.m.i. 

Descrizione

E’ una modalità semplificata di valorizzazione dell’energia elettrica prodotta che consente di ottenere una compensazione tra il valore economico associato all’energia elettrica immessa in rete e il valore economico di quella prelevata. Viene inoltre restituito il “corrispettivo unitario di scambio forfettario” (pari alla somma dei corrispettivi variabili degli oneri di rete e degli oneri generali di sistema) in riferimento all’energia elettrica scambiata (pari al minimo tra l’energia elettrica immessa e l’energia elettrica prelevata). Il corrispettivo unitario di scambio forfettario per gli impianti fotovoltaici per l’anno 2015:

-      non ha un limite massimo per impianti aventi potenza nominale non superiore a 20 kW;

-      è pari a zero per impianti incentivati in Conto Energia aventi potenza nominale superiore a 20 kW;

-      ha un limite massimo pari a 12,08 c€/kWh per impianti non incentivanti aventi potenza nominale compresa tra 20 kW e 200 kW. 

Soggetti destinatari

Tutti gli impianti alimentati da fonti rinnovabili aventi potenza nominale non superiore a:

-      20 kW se entrati in esercizio fino al 31 dicembre 2007;

-      200 kW se entrati in esercizio fino al 31 dicembre 2014;

-      500 kW se entrati in esercizio dopo il 31 dicembre 2014.

Attenzione

Gli impianti che accedono ai Ritiro Dedicato e/o ai meccanismi di incentivazione previsti dai Decreti Interministeriali del 5 luglio 2012 (V Conto Energia) e del 6 luglio 2012 (incentivi per fonti rinnovabili diverse dal fotovoltaico) non possono accedere allo Scambio sul Posto. 

Per approfondire

Delibera 570/2012/R/efr e s.m.i.

Valori di corrispettivo unitario di scambio forfettario per l’anno 2015

Sezione “Scambio sul Posto” del sito GSE 

 

Vendita di energia elettrica in borsa o a grossisti

In alternativa al ritiro dedicato o allo scambio sul posto, i produttori possono vendere l’energia elettrica immessa in rete ai grossisti (attraverso contratti bilaterali) o sul mercato libero (“Borsa Elettrica”) che viene gestito dal Gestore dei Mercati Energetici (GME).

assoRinnovabili
Via Pergolesi, 27
20124 Milano
Via Ticino, 14
00198 Roma
info@assorinnovabili.it