Da oggi è attivo il ritardometro. Scopri su APER.it le risposte dei partiti alle 26 azioni per lo sviluppo delle rinnovabili proposte da APER.

Milano, 8 febbraio 2013 – Più di una settimana fa APER aveva sottoposto all’attenzione dei principali partiti politici italiani, candidati alle prossime elezioni, un documento contenente 26 azioni prioritarie per lo sviluppo del settore dell’energia elettrica da fonti rinnovabili in Italia, chiedendone l’adesione, anche parziale. Chi ha risposto per primo e chi invece ancora latita?

Da oggi è possibile scoprirlo sul sito dell’associazione, che ha pubblicato integralmente le risposte pervenute.

Nello specifico, piena condivisione del documento è stata espressa dal PdL, dall’UDC e dal partito dei Verdi. Sinistra Ecologia e Libertà, FARE per Fermare il Declino e Rifondazione Comunista hanno invece aderito solo parzialmente al nostro documento, spiegandone analiticamente le ragioni.

Positivi i riscontri pervenuti anche da parte di alcuni rappresentanti di Italia Futura, Italia dei Valori, Movimento 5 Stelle, PD e Rivoluzione Civile, sebbene ancora manchi l’adesione formale dei partiti.

Come annunciato, inesorabile, parte oggi il “ritardometro” che scandisce il ritardo nel rispondere e dimostra quindi la scarsa considerazione per un fondamentale settore quale quello delle rinnovabili.

Chissà se i numerosi ritardatari (Centro Democratico, Fratelli d’Italia, Futuro e Libertà, La Destra, Lega Nord e Scelta Civica Monti) ci stupiranno con un colpo di scena finale?
E’ possibile scaricare le 26 azioni dalla nostra homepage aper.it.




Per ulteriori informazioni Ufficio Stampa APER

Claudia Abelli
Via Pergolesi, 27 - 20124 Milano
T +39 02 / 6692 673 
F +39 02 / 6749 0140
M +39 349 / 1815 891
ufficiostampa@aper.it | aper.it


Scarica il Comunicato Stampa





assoRinnovabili
Via Pergolesi, 27
20124 Milano
Via Ticino, 14
00198 Roma
info@assorinnovabili.it