Aste e Registri: si può fare meglio


Milano, 17 gennaio 2013 –  Sono state rese note le graduatorie degli impianti FER ammessi ai registri ed alle aste, cosi come disciplinati dal DM 6 luglio 2012. I risultati evidenziano come tali meccanismi non sembrino garantire il raggiungimento degli obiettivi in termini di energia da fonti rinnovabili, previsti dalla Strategia Energetica Nazionale (SEN).

"I dati emersi non sorprendono - commenta Agostino Re Rebaudengo, Presidente APER - bensì confermano le perplessità più volte formulate da APER in tutti i tavoli istituzionali, in occasione dei quali ha sostenuto che il nuovo quadro normativo, con l’introduzione di tali meccanismi, avrebbe inevitabilmente portato ad un forte rallentamento della crescita del settore.

I criteri di accesso ai nuovi meccanismi incentivanti, il livello delle tariffe e l’inadeguatezza dei contingenti rispetto al mercato, rappresentano, a nostro avviso – continua Re Rebaudengo – i principali punti critici su cui il Governo deve intervenire immediatamente”.

In particolare:
•    sul fronte registri nella maggior parte dei casi i contingenti previsti sono stati ampiamenti superati dalle richieste pervenute, risultando pertanto troppo esigui;
•    sul fronte aste, la scarsa partecipazione è principalmente dovuta alla difficoltà dei meccanismi di accesso e alla possibilità di escussione delle garanzie senza giusta causa.

Per questo motivo, APER si rende disponibile, fin da ora, ad illustrare alle istituzioni i correttivi necessari per non bloccare la crescita di un settore strategico per la ripresa della vita economica e sociale del nostro Paese.


Per ulteriori informazioni Ufficio Stampa APER

Claudia Abelli
Via Pergolesi, 27 - 20124 Milano
T +39 02 / 6692 673 
F +39 02 / 6749 0140
M +39 349 / 1815 891
ufficiostampa@aper.it | aper.it



Scarica il Comunicato Stampa

assoRinnovabili
Via Pergolesi, 27
20124 Milano
Via Ticino, 14
00198 Roma
info@assorinnovabili.it